Tribunale di Milano. Protocollo per l'esecuzione degli ordini di liberazione degli immobili pignorati.

Il 29 settembre 2021 è stato sottoscritto dal Tribunale di Milano (Sezione esecuzioni forzate immobiliari), gli Ordini professionali (Notai, Avvocati, Commercialisti di Milano, Assistenti sociali della Lombardia), e dai Comuni ubicati nel circondario del Tribunale, il protocollo (qui allegato) per l'esecuzione degli ordini di liberazione degli immobili pignorati.

 

Il Protocollo si propone lo scopo di attenuare i disagi e le criticità legate allo sgombero degli immobili all'asta, mediante una coordinata collaborazione tra il Tribunale, i professionisti ausiliari, custodi degli immobili, e gli enti territoriali.

 

Le iniziative per un'ordinata liberazione dei beni viene principalmente programmata costruendo un costante canale di comunicazione tra i custodi degli immobili pignorati (designati dal giudice dell'esecuzione e scelti tra notai, avvocati e commercialisti), i debitori esecutati e i servizi sociali.

 

È infatti prevista un'informazione periodica del Tribunale agli enti territoriali del numero di ordini di liberazione emessi, per permettere la tempestiva pianificazione delle politiche abitative, e quindi delle risorse che possono essere messe a disposizione delle famiglie interessate e costrette a lasciare la propria abitazione.

L'attuazione della liberazione in termini meno dolorosi mira all'efficienza della procedura, ossia a una migliore soddisfazione del creditore, e alla maggiore esdebitazione possibile dell'esecutato.

 

Gli enti territoriali, riuniti nei rispettivi ambiti, assemblee dei sindaci, e piani di zona, che sottoscrivono il protocollo-aperto comunque a nuove adesioni - sono i Comuni di Baranzate, Bollate, Cesate, Garbagnate Milanese, Novate Milanese, Senago, Cassano d'Adda, Inzago, Liscate, Melzo, Pozzuolo Martesana, Settala, Vignate, Truccazzano Assago, Buccinasco, Cesano Boscone, Corsico, Cusago, Trezzano sul Naviglio, Arese, Cornaredo, Lainate, Pero, Pogliano Milanese, Pregnana Milanese, Rho, Settimo Milanese, Vanzago Basiglio, Opera, Pieve Emanuele, Rozzano, Pioltello, Rodano, Segrate e Vimodrone. 

 

 

Download
Protocollo 15477_21.pdf
Documento Adobe Acrobat 601.6 KB

Seguici

STUDIO LEGALE MORZENTI - PATROCINANTE IN CASSAZIONE

Stefano Morzenti, Avvocato a Monza

 

Via Volta n. 8, Monza

C.F. MRZSFN78R06A818H P.IVA 06853110960

 

Tel. 039.9417185 - 347.1988848

avv.morzenti@avvocatostefanomorzenti.it

 

Tutti possono agire in giudizio per la tutela dei propri diritti e interessi legittimi. La difesa è diritto inviolabile in ogni stato e grado del procedimento.